lago maggiore: case vacanza, cultura, gastronomia [veduta del lago]

 

 

Lago Maggiore: i racconti della memoria

Un tuffo negli anni 50- di Emanuele Bolla

 

Era una giornata di quelle che pi� belle � difficile incontrarle : il lago era piatto come uno specchio e le montagne che si affacciano o circondano il nostro �Maggiore� si specchiavano a turno nelle sue acque. Vedi, inizi� a raccontarmi il lago: io sono fiero delle cime che ho intorno perch� � tantissimo tempo che loro mi fanno da guardia e mi coccolano in una cornice da fiaba.

 

 

Visto che, era in vena di parlare insistetti, affinch� mi erudisse sulle sue amiche circostanti, ed il Lago Maggiore inizi� dal Mottarone che si trova alle spalle di Stresa e Baveno per poi mostrarmi il Monte Orfano che si trova in direzione da dove arriva il fiume Toce, dietro a Verbania c�� il Monte Zeda e alle spalle di Cannobio il Monte Giove. Proprio sopra al confine con la Svizzera, prima di Brissago c�� il Monte Limitari e sopra a Locarno la Cimetta. Scendendo verso la sponda lombarda alle spalle di Magadino ecco il Monte Ceneri seguito dal M. Borgna che sovrasta Maccagno. E poi, gi� sino a Laveno dove troviamo il Sasso di Ferro. Ritornando sulla sponda piemontese, alle spalle di Meina e Lesa c�� il Monte San Salvatore.

 

Dopo avermi elencato quelle che lui, il Maggiore, vanta come le �sue montagne�, mi raccomand� di osservarle, soprattutto quando sono fuori con la barca, perch� se arriva il cattivo tempo su una di loro � meglio non trovarsi in zona ma � consigliabile avvicinarsi al cantiere dove la barca � ricoverata. Ringraziai il mio amico Lago per le preziose informazioni e lo salutai con un : � ciao�a presto! � Emanuele Bolla 

    

 

 

Booking Hotel Real Time